Enneagramma (III)

Ali e Linee Enneagrammatiche Di Collegamento

La personalità di base di un Enneatipo può essere profondamente influenzata dai tipi contigui: essi ne costituiscono le cosiddette “Ali”. Analizzare l’influenza delle Ali permette di delineare con maggior precisione la struttura caratteriale individuale che, partendo da una “homebase”, nel corso del percorso evolutivo può acquisire caratteristiche apparentemente in contrasto con quelle dell’Enneatipo di appartenenza.

Esistono diverse correnti di pensiero riguardo le Ali, che tuttavia tendono a convergere su alcuni punti fondamentali. Si è generalmente concordi nell’affermare che ogni tipo possieda due ali che ne arricchiscono la personalità conferendole una struttura complessa; contestualmente, l’influenza delle Ali può variare di intensità e manifestarsi in momenti differenti, ad esempio nella fase di passaggio dall’adolescenza all’età adulta: in molti casi una delle due Ali si evidenzia sin dalla giovinezza, mentre l’altra tende a svilupparsi nel corso degli anni.

Le Ali non vanno confuse con le Linee di Collegamento presenti all’interno dell’Enneagramma, le quali svolgono un’altra importante funzione, quella di rappresentare le dinamiche comportamentali degli Enneatipi.

"Analizzare l’influenza delle Ali permette di delineare con maggior precisione la struttura caratteriale individuale che, partendo da una “homebase”, nel corso del percorso evolutivo può acquisire caratteristiche apparentemente in contrasto con quelle dell’Enneatipo di appartenenza."

Esaminando la struttura interna dell’Enneagramma, si potrà osservare che gli Enneatipi 3,6 e 9 costituiscono i vertici di un triangolo equilatero, collocandosi al centro delle Triadi di Cuore, Testa e Pancia analizzate in precedenza; gli altri Enneatipi, sono collegati da una spezzata a sei lati che si richiude su se stessa. Ciascuna delle linee di collegamento è contraddistinta da una freccia che ne suggerisce il movimento dinamico. All’interno del Triangolo centrale il movimento avviene in senso antiorario, mentre all’interno della spezzata a sei linee il movimento si sviluppa in maniera più complessa secondo la sequenza numerica 1→4→2→8→5→7 …


Secondo molti studiosi, le dinamiche interne dell’Enneagramma rappresentano l’espressione del rapporto fra le due Leggi Fondamentali della Mistica: la legge del Tre (Trinità) e la Legge del Sette (Ottave). La Legge del Tre, simboleggiata dal Triangolo Centrale, si riferisce alle Tre Forze Generatrici all’origine di ogni evento, mentre la Legge del Sette, associata alle Ottave della Scala Musicale, suggerisce l’alternarsi degli stadi successivi del percorso di sviluppo.


Il Triangolo Centrale dell’Enneagramma rappresenta efficacemente la tensione delle Tre Forze Generatrici Originarie a ricongiungersi nell’Unità. A livello matematico, tale tendenza si manifesta allorché si divide l’Uno (ossia l’Unità) per Tre, generando come risultato 0,3333…; allo stesso modo, il rapporto tra il Sette e l’Unità trova espressione dividendo l’Uno per Sette; il risultato, ossia 0,142857142857… costituisce una serie numerica non comprendente multipli di tre, che coincide con la sequenza dinamica delle Linee Enneagrammatiche di Collegamento.


Le Linee di Collegamento rivestono una funzione essenziale per la comprensione delle dinamiche comportamentali ed evolutive: la direzione indicata dalla freccia rappresenta il cammino involutivo dell’Enneatipo, ossia la tendenza compulsiva ad adottare determinate strategie relazionali, ed è quello che generalmente viene percorso in condizioni di stress; la direzione contraria, invece, definisce il cammino evolutivo: un atteggiamento cosciente frutto di una scelta consapevole che permette un affrancamento dalle tendenze compulsive e consente la crescita personale. Volendo offrire un esempio pratico, l’Enneatipo 4, animato dal bisogno di sentirsi speciale, tenderà a cercare la propria realizzazione percorrendo la Linea che procede in direzione dell’Enneatipo 1, del quale cercherà di assimilare l’ideale di Perfezione inteso nella sua accezione positiva; al contrario, in situazione di stress o difficoltà relazionali, l’Enneatipo 4 tenderà verso l’Enneatipo 2, del quale acquisirà gli aspetti negativi.


I collegamenti psicodinamici rappresentati dalle Linee, definiscono sequenze interpretabili a diversi livelli: oltre a definire gli atteggiamenti compulsivi in contrapposizione a quelli evolutivi, infatti, le Linee Enneagrammatiche di Collegamento evidenziano i legami di interconnessione fra i diversi Enneatipi e le loro Passioni caratterizzanti secondo una successione in cui ognuna di esse affonda le radici in quella che la precede. Ciò risulterà maggiormente evidente con l’approfondimento degli studi sulle caratteristiche dei singoli Enneatipi.


Nei prossimi articoli sarà fornito un quadro di riferimento riguardante le compulsioni e le qualità caratterizzanti degli Enneatipi, e le modalità in cui influenzano le dinamiche comportamentali.



Segue in Enneagramma (IV) - Enneatipi: Passioni e Virtù

VRIL Magazine © 2020

  • Facebook
  • Twitter
  • Instagram