Enneagramma (II)

Triadi ed Emozioni Primarie

Le nove tipologie caratteriali individuate dall’Enneagramma possono essere raggruppate in Triadi corrispondenti a tre Centri fondamentali: Pancia (Istinto), Cuore (Emozione), e Testa (Razionalità). Ciascun centro è caratterizzato da una Emozione Primaria, che influenza profondamente il modo di essere e di relazionarsi con gli altri. Acquisirne consapevolezza ed apprenderne il controllo sono alla base di un efficace percorso di autoconoscenza.

Le tipologie di Pancia, cui appartengono gli Enneatipi 8,9 e 1, sono caratterizzate dalla prevalenza della componente istintiva. Chi vi appartiene, tende ad agire impulsivamente, ad essere rivolto all’azione, e a cercare le risposte a problemi relazionali o di qualsiasi altra natura nel corpo, ossia all’interno di se stesso. L’emozione predominante è la Rabbia, che ciascuna delle tre tipologie di Pancia elabora in modalità differente: manifestandola, negandola, oppure rimanendone inconsapevole senza avvertire la necessità di manifestarla né di negarla. Un Ennatipo 8 ,ad esempio, elabora la Rabbia consciamente, manifestandola con forza spinto dalla necessità di dimostrare di essere il più forte. Un Enneatipo 9, invece, la elabora inconsciamente manifestandola raramente, avvertendo essenzialmente la necessità di pacificare l’ambiente in cui vive. Altra modalità è quella dell’Enneatipo 1, che la interiorizza, negandola, ma la esprime con il corpo: gli appartenenti a questo Enneatipo sono animati dal desiderio di dimostrare di essere perfetti, e l’impossibilità di adempiere ad un simile proposito genera rabbia che sono costretti a non riconoscere.

Le nove tipologie caratteriali individuate dall’Enneagramma possono essere raggruppate in Triadi corrispondenti a tre Centri fondamentali: Pancia (Istinto), Cuore (Emozione), e Testa (Razionalità). Ciascun centro è caratterizzato da una Emozione Primaria, che influenza profondamente il modo di essere e di relazionarsi con gli altri.

Le tipologie di Cuore, cui appartengono gli Enneatipi 2,3 e 4, tendono a stabilire una profonda connessione con i propri sentimenti, L’emozione predominante è il Bisogno di Riconoscimento da parte degli altri, in particolar modo delle persone che si ritengono importanti dal punto di vista affettivo, anche a costo di far passare in secondo piano le proprie esigenze più profonde. Ciò determina una scarsa considerazione ed un’alterata percezione di se stessi. Anche in questa Triade l’emozione predominante si manifesta in modalità differenti. In un Enneatipo 2, ad esempio, essa si manifesta prevalentemente nel Bisogno di Riconoscimento delle proprie qualità affettive e relazionali, dando origine a quella che viene definita “affettività possessiva”. L’Enneatipo 3, invece, attribuisce grande importanza al raggiungimento del successo , soprattutto in ambito professionale; il Bisogno di Riconoscimento viene in questo caso elaborato come “affettività operativa”. L’Enneatipo 4 desidera veder riconosciuta la propria originalità, ed il suo Bisogno di Riconoscimento si manifesta nella necessità di essere considerato speciale, unico.


Le tipologie di Testa, cui appartengono gli Enneatipi 5,6,e 7, privilegiano la ragione. Chi vi appartiene tende a seguire modelli relazionali razionalmente comprensibili. Attraverso la razionalità e la logica, si cercano risposte rassicuranti, univoche, ma talvolta un simile approccio pone dinanzi ad indicazioni contrastanti: la medesima opzione può presentare sia aspetti positivi che negativi, rendendo estremamente difficile la scelta. E’ in questa fase che emerge l’emozione predominante che caratterizza la Triade: la Paura. Essa si manifesta in modalità differenti a seconda dell’Enneatipo: può essere paura di sbagliare, di non fare la cosa giusta, di perdere delle buone opportunità e, soprattutto, di non comprendere. Al contrario delle tipologie di Cuore, le tipologie di Testa – per ragioni diverse – attribuiscono scarsa importanza al mondo relazionale esterno, al giudizio altrui, apparendo diffidenti, superficiali o disinteressati. In realtà si tratta prevalentemente di una strategia di difesa dalla Paura che li contraddistingue. Nell’Enneatipo 5 l’emozione predominante si manifesta come paura dell’intrusione da parte degli altri: ciò induce ad adottare una strategia relazionale caratterizzata dalla necessità di isolarsi. Nell’Enneatipo 6, invece, la paura è legata all’imprevedibilità altrui, adottando conseguentemente un atteggiamento che li induce a stare costantemente in guardia. L’Enneatipo 7, dal canto suo, elabora la Paura in maniera differente: in questo caso la principale preoccupazione è rappresentata dalla noia, che viene contrastata attraverso la ricerca costante di nuove occasioni di eccitazione, e divertimento.


Le strategie descritte vengono sviluppate nel corso dell’infanzia, e la loro origine è da ricercare principalmente nelle dinamiche relazionali intrattenute in ambito familiare. Si tratta di strategie “adattive” percepite dal bambino come modelli comportamentali efficaci per sopravvivere ed ottenere affetto e attenzione nel contesto degli affetti primari. Questa è essenzialmente la ragione per cui tali modelli permangono profondamente radicati nella psiche del soggetto, influenzandone i comportamenti anche da adulto.



Segue in Enneagramma (III) - Ali e Linee Enneagrammatiche di Collegamento

VRIL Magazine © 2020

  • Facebook
  • Twitter
  • Instagram